GUIDA AI VINI ITALIANI (3ª PARTE): I DOCG

i-vini-DOCG-italiani

Italia, terra di santi, poeti, navigatori”…ma soprattutto di tanti vini.

Nel Bel Paese, insieme ai consueti vini da tavola, vengono prodotti oltre cinquecento vini tra quelli IGT (di Indicazione Geografica Territoriale), DOC (Denominazione Origine Controllata) e DOCG (Denominazione Origine Controllata Garantita).

E così, dopo aver passato in rassegna gli IGT e i DOC, per concludere il nostro viaggio fra i vini italiani, facciamo una breve panoramica sui DOCG, suddivisi per regione di provenienza.

Perché se “il vino, specialmente in Italia, è la poesia della terra” – diceva Mario Soldati -, i vini di denominazione di origine controllata e garantita sono i suoi versi più pregiati.

ABRUZZO

Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane (prodotto nella provincia di Teramo);

Terre Tollesi Tullum

Torgiano Rosso Riserva (provincia di Perugia);


BASILICATA

Aglianico del Vulture Superiore (prodotto nei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, in provincia di Potenza)


CAMPANIA

Aglianico del Taburno(provincia di Benevento);

Fiano di Avellino

Greco di Tufo (prodotto in otto comuni della provincia di Avellino: Tufo, Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrion);

Taurasi (provincia di Avellino);


EMILIA ROMAGNA

Colli Bolognesi Classico Pignoletto

Romagna Albana (ex Albana di Romagna);


FRIULI VENEZIA GIULIA

Colli Orientali del Friuli Picolit (provincia di Udine);

Lison (nelle province di Venezia, Treviso, Pordenone);

Ramandolo (prodotto nella provincia di Udine);

Rosazzo (prodotto in provincia di Udine);


LAZIO

Cannellino di Frascati (vino bianco prodotto nel Lazio, nel territorio dei comuni di Frascati, Grottaferrata, Monte Porzio Catone, Roma e Monte Compatri, in provincia di Roma);

Cesanese del Piglio o Piglio (prodotta nei comuni di Piglio, Serrone, Acuto, Anagni, Paliano in provincia di Frosinone);

Frascati Superiore (provincia di Roma);


LOMBARDIA

Franciacorta (provincia di Brescia);

Oltrepò Pavese metodo classico (vino spumante DOCG la cui produzione è consentita nella provincia di Pavia);

Scanzo o Moscato di Scanzo (prodotto nella zona collinare del comune di Scanzorosciate, in Provincia di Bergamo ed unicamente con uve dell’omonimo vitigno Moscato di Scanzo);

Sforzato di Valtellina / Sfursat di Valtellina (vino, passito secco la cui produzione è consentita in provincia di Sondrio);

Valtellina Superiore (provincia di Sondrio);


MARCHE

Castelli di Jesi Verdicchio Riserva (prodotto in provincia di Ancona e di Macerata);

Cònero (prodotto nella zona del Monte Conero, nelle Marche, nella stessa zona di produzione del Rosso Conero DOC, di cui rappresenta la varietà più pregiata);

Offida (la sua produzione è consentita nelle provincie di Fermo e Ascoli Piceno);

Verdicchio di Matelica Riserva (prodotto nei comuni di Matelica, Esanatoglia, Gagliole, Castelraimondo, Camerino, Pioraco in provincia di Macerata e Cerreto d’Esi, Fabriano in provincia di Ancona);

Vernaccia di Serrapetrona (prodotto nel comune di Serrapetrona e in parte dei comuni di Belforte del Chienti e San Severino Marche, in Provincia di Macerata);


PIEMONTE

Alta Langa (spumante metodo classico millesimato, ottenuto da Pinot nero e Chardonnay coltivati sulle colline piemontesi dell’Alta Langa);

Asti (spumante dolce o secco,è il vino italiano DOCG più esportato e lo spumante dolce a denominazione più conosciuto al mondo);

Barbaresco (prodotto nel territorio dei comuni di Barbaresco, Neive, Treiso, già frazione di Barbaresco, e la parte della frazione San Rocco, già facente parte del comune di Barbaresco ed aggregata al comune di Alba, in provincia di Cuneo);

Barbera d’Asti (prodotto in numerosi comuni delle province di Asti e Alessandria);

Barbera del Monferrato Superiore (prodotto nelle provincie di Alessandria e Asti);

Barolo (vino rosso prodotto in alcuni comuni del Piemonte);

Brachetto d’Acqui o Acqui (spumante delicatamente dolce e aromatico nasce da uve Brachetto coltivate sulle colline comprese tra Nizza e Acqui Terme);

Dogliani (provincia di Cuneo);

Dolcetto di Diano d’Alba o Diano d’Alba (prende nome dal comune di Diano d’Alba, in provincia di Alba);

Dolcetto di Ovada Superiore o Ovada (provincia di Alessandria);

Erbaluce di Caluso o Caluso(prodotto nelle province di Torino, Biella, e Vercelli, soprattutto sulle colline intorno a Caluso, centro del Canavese nella città metropolitana di Torino);

Gattinara (nell’omonimo comune in provincia di Vercelli);

Gavi o Cortese di Gavi (vino bianco piemontese prodotto esclusivamente da vitigno cortese in provincia di Alessandria);

Ghemme (nell’omonimo comune ed in parte nel comune di Romagnano Sesia, in provincia di Novara);

Nizza (prodotto in 18 comuni della provincia di Asti);

Roero (prodotto in 19 comuni sulla riva sinistra del Tanaro, vicino ad Alba, nella provincia di Cuneo);

Ruchè di Castagnole Monferrato (vino rosso della provincia di Asti, prodotto da un vitigno autoctono omonimo, presso una piccola zona nord-orientale del suo capoluogo);


PUGLIA

Castel del Monte Bombino Nero (vino rosso prodotto nei comuni di Minervino Murge, Andria, Trani in provincia di Barletta-Andria-Trani ed i comuni di Corato, Ruvo di Puglia, Terlizzi, Palo del Colle, Toritto, Bitonto, Binetto nella città metropolitana di Bari);

Castel del Monte Nero di Troia Riserva (vino nero prodotto nei comuni di Minervino Murge, Andria, Trani in provincia di Barletta-Andria-Trani);

Castel del Monte Rosso Riserva (vino rosso prodotto nei comuni di Minervino Murge, Andria, Trani in provincia di Barletta-Andria-Trani e nei comuni di Corato, Ruvo di Puglia, Terlizzi, Palo del Colle, Toritto, Bitonto, Binetto nella città metropolitana di Bari);

Primitivo di Manduria Dolce Naturale (prodotto province di Taranto e Brindisi);


SARDEGNA

Vermentino di Gallura (provincia di Sassari);


SICILIA

Cerasuolo di Vittoria (prende il nome dalla città iblea di Vittoria, in provincia di Ragusa. È l’unico vino siciliano a godere della suddetta denominazione);


TOSCANA

Brunello di Montalcino (vino rosso prodotto in Toscana, nel territorio del comune di Montalcino in provincia di Siena. Insieme al Barolo, è il vino rosso italiano più longevo);

Carmignano (vino rosso prodotto nella fascia collinare tra i 250 ed i 400 m s.l.m. dei comuni di Carmignano e Poggio a Caiano in Provincia di Prato);

Chianti (celebre vino prodotto nelle Colline del Chianti, fra le province di: Firenze, Siena, Arezzo, Pisa, Pistoia, Prato);

Chianti Classico;

Elba Aleatico Passito o Aleatico Passito dell’Elba (Isola d’Elba, in provincia di Livorno);

Montecucco Sangiovese (provincia di Grosseto);

Morellino di Scansano (prodotto a Scansano e in parte della provincia di Grosseto);

Suvereto (prodotto nel comune di Suvereto, in provincia di Livorno);

Val di Cornia Rosso o Rosso della Val di Cornia(province di Livorno e Pisa);

Vernaccia di San Gimignano (vino bianco, prodotto in una ristretta zona della Toscana tra Siena, Pisa e Firenze coincidente con il territorio comunale di San Gimignano);

Vino Nobile di Montepulciano (vino rosso prodotto nel territorio del comune di Montepulciano in provincia di Siena);


UMBRIA

Montefalco Sagrantino (prodotto nell’omonimo comune in provincia di Perugia e nei colli limitrofi);


VENETO

Amarone della Valpolicella(vino rosso passito secco prodotto esclusivamente nella Valpolicella in provincia di Verona);

Bagnoli Friularo Friularo di Bagnoli (vino prodotto nei Comuni di Agna, Arre, Bagnoli di Sopra, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Due Carrare, Cartura, Conselve, Monselice, Pernumia, San Pietro Viminario, Terrassa Padovana e Tribano in provincia di Padova);

Bardolino Superiore

Colli Asolani – ProseccoAsolo – Prosecco (prodotto in provincia di Treviso);

Colli di Conegliano (provincia di Treviso);

Colli Euganei Fior d’Arancio o Fior d’Arancio Colli Euganei (Colli Euganei, in provincia di Padova);

Conegliano Valdobbiadene – Prosecco Conegliano – Prosecco Valdobbiadene – Prosecco (prodotto unicamente nelle colline dell’alta provincia di Treviso tra i 150 ed i 350 m s.l.m., in particolare nella fascia collinare compresa tra Vittorio Veneto e Valdobbiadene);

Lison (nelle province di Venezia, Treviso, Pordenone);

Montello rosso o Montello (provincia di Treviso);

Piave Malanotte o Malanotte del Piave (vino prodotto nelle province di Treviso e Venezia);

Recioto della Valpolicella (vino rosso passito dolce prodotto esclusivamente nella Valpolicella in provincia di Verona da vitigni autoctoni quali Corvina, Corvinone, Rondinella ma anche in percentuali minori con Forselina, Negrara e Oseleta);

Recioto di Gambellara (prodotto nella fascia limitrofa ad ovest della provincia di Vicenza);

Recioto di Soave (prodotto provincia di Verona, e precisamente nella zona collinare di parte dei comuni di Soave, Monteforte d’Alpone, San Martino Buon Albergo, Mezzane di Sotto, Roncà, Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione, Cazzano di Tramigna, Colognola ai Colli, Illasi e Lavagno);

Soave Superiore (provincia di Verona);


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + quindici =

Chatta con Noi